Il cappotto in EPS fa risparmiare

Da quanto già indicato precedentemente si evince che la quantità di calore dissipata all’esterno nei periodi di riscaldamento viene, con l’installazione del sistema a “cappotto” drasticamente ridotta.

Dati pratici consuntivi su una formidabile casistica di anni e di tipologia edile, permettono di indicare con certezza che il “cappotto” comporta una riduzione tra il 25% e il 35% del consumo di combustibile necessari per il riscaldamento.
Si riporta la formula generale di calcolo, che esplicita la quantità di combustibile risparmiata in funzione della trasmittanza al calore “K” prima e dopo l’installazione dell’isolamento termico.

  • G la quantità di combustibile risparmiata, in Kg/anno o, per combustibili gassosi, in Nm3/anno
  • S l’area delle pareti in m2
  • Ko e K le trasmittanze della parete prima e dopo l’isolamento, espresse in W/m2 °K
  • D i gradi-giorno corretti per l’esposizione della parete
  • I il coefficiente di intermittenza del riscaldamento
  • H il potere calorifico inferiore del combustibile espresso in W h/Kg o in W h/Nm3
  • N il rendimento globale dell’impianto

Se poniamo costanti i vari parametri relativi all’area, ai gradi, all’impianto, la formula si riduce a:

Come indicato nel calcolo schematico la differenza Ko – K è ben significativa, essendo compresa tra 1,2 e 1,4 per le pareti di tamponamento in laterizio e compresa tra 2,6 e 2,8 su cemento armato.

È pertanto evidente il forte risparmio ottenuto da subito e permanentemente con il sistema a “cappotto”.

 


Scopri tutti i vantaggi del sistema a cappotto in polistirene espanso sinterizzato.

Visita la sezione dedicata!

Torna alle news